Trapani Oggi

Savona su decadenza Fazio: "Non mi rallegro, la politica deve essere trasparente" - Trapani Oggi

Trapani | Politica

Savona su decadenza Fazio: "Non mi rallegro, la politica deve essere trasparente"

14 Febbraio 2017 13:11, di Redazione
visite 669

“Sono sempre stato in silenzio sulla vicenda della incompatibilità di Fazio in consiglio comunale, non per carenza di convincimento personale, ma perc...

“Sono sempre stato in silenzio sulla vicenda della incompatibilità di Fazio in consiglio comunale, non per carenza di convincimento personale, ma perché la considero un’altra tappa della lunga guerra intestina al Centro Destra trapanese che tanto male ha fatto a questa città, compreso il regalo dell’attuale amministrazione Damiano". Così Pietro Savona, candidato sindaco per Trapani del PD, all'indomani della votazione con cui il Consiglio comunale ha sancito la decadenza di Girolamo Fazio dalla carica di consigliere comunale. Secondo Savona "l’ultima votazione di ieri appare, a differenza delle due precedenti, alquanto anomala atteso che si è formato un cartello composto da FI, Socialisti ed ex Art. 4; ciò, da candidato sindaco, mi fa riflettere e non rallegrare per la dichiarazione di incompatibilità di un avversario”. “E’ bene comprendere - prosegue l'esponente del PD - se questo voto sia frutto del momento o di un accordo strategico che potrebbe ridefinire un nuovo quadro di alleanze in prossimità delle elezioni di maggio; ciò, per quanto mi concerne, non è indifferente anche se dovessi essere, seppure di riflesso, beneficiario di tale condizione. Io sono ancorato ad un modello, forse non più attuale per alcuni, di politica fatta di chiarezza e di trasparenza a partire dagli accordi elettorali che devono essere resi noti ai cittadini-elettori, e diffido da chi ricorre agli inciuci sottobanco, soprattutto quando non hanno il collante delle idee e dei programmi da condividere”. “Il mio impegno -prosegue Savona - va in direzione del cambiamento di questa città e le alleanza le faccio con chi condivide questa esigenza. Ritengo, infatti, che non si possa essere alleati senza la condivisione del modello di città che si ha in animo di realizzare; mancando questo rimane un altro tipo di alleanza, quella basata sulla spartizione di poltrone, sugli affari, sugli interessi personali a cui non sono interessato”. “Quando ho dato la mia disponibilità alla candidatura – spiega - ho chiaramente detto che avrei portato a conoscenza degli elettori, gli alleati con cui condividere la mia proposta politica e da allora ho seriamente lavorato per la realizzazione di un programma condiviso con i cittadini a seguito dei numerosi incontri che continuo a svolgere quotidianamente con tutti coloro che manifestano interesse a collaborare nell’interesse esclusivo della città. Non penso di poter essere alleato di qualunque coalizione e con tutti indistintamente, se non c’è condivisione del risultato di questo lavoro di programmazione che sto facendo seriamente con il mio impegno e quello dei miei concittadini: non sarò il candidato da lanciare contro Fazio o chiunque altro avversario, ma il candidato a cui si riconosce la capacità di cambiare realmente questa città assieme a tanti, uomini e donne, con cui condividere le scelte”. Savona conclude ribadendo che "per i prossimi mesi, inviterò ognuno, dentro e fuori il PD, a manifestare il proprio impegno a sostenere un vero processo di cambiamento condiviso della città di Trapani sulla base di un confronto sulle cose da fare, di programmi, di idee; chi avesse in animo altre scelte farà bene a dichiararlo alla luce del sole”.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie