Trapani Oggi

Sciopero generale della CGIL Sicilia e della Uil Sicilia [Video] - Trapani Oggi

Palermo | Politica

Sciopero generale della CGIL Sicilia e della Uil Sicilia [Video]

16 Dicembre 2021 12:32, di Francesco Graziano
visite 330

Contro le disuguaglianze sociali e a favore di chi non ha nulla per svolgere una vita dignitosa

Si è svolto a Palermo
lo sciopero generale della CGIL Sicilia e della UIL Sicilia. Ad aprire gli interventi la Segretaria organizzativa della UIL Sicilia Luisella Lionti la quale ha detto: " Bisogna che il Governo faccia una seria riforma pensionistica, che pensi ai precari, ai giovani e soprattutto occorre una vera riforma del Fisco, il 90% delle tasse vengono spremute ai lavoratori dipendenti e ai pensionati. Non possiamo accettare una manovra sull'Irpef che premia gli evasori e i redditi alti penalizzando chi non guadagna, chi è povero".

Per Alfio Mannino,
Segretario Generale CGIL Sicilia lo sciopero di oggi " è un atto di grande responsabilità nei confronti dei lavoratori, dei pensionati e delle pensionate.La nostra epoca  è caratterizzata da troppe disuguaglianze sociali, una riforma fiscale che da ai ricchi e non da ai poveri non l'accettiamo, una riforma previdenziale che punisce tutti quelli che svolgono lavori usuranti come braccianti agricoli ed edili non può essere consentita. Le forze politiche siciliane sappiano che mobiliteremo ancora i lavoratori e le lavoratrici".

Secondo Tiziana Bocchi, 
della Segreteria Confederale UIL " questa Legge di Bilancio non ci piace,  i più elementari diritti di cittadinanza vengono ignorati.  Ci sono tante piazze in Italia che hanno scelto di protestare. Occorrono fatti concreti finalizzati al rispetto della dignità umana. La nostra battaglia è per chi non riesce ad avere nemmeno un contratto di lavoro, per chi muore sul posto di lavoro, per fare si che chi è disabile abbia una vita dignitosa. Lo diciamo al Governo e alle forze politiche che lo sostengono, bisogna ascoltare prima di prendere decisioni che non consentono cambiamenti. Uno dei principi cardine su cui si fonda l'esercizio della rappresentanza è il dialogo, il confronto, altrimenti si è condannati alla marginalizzazione ,alla autoreferenzialità. Questo è il tempo del confronto per realizzare la giustizia fiscale, chediamo che gli otto miliardi previsti in legge di bilancio vadano al lavoro, alla riduzione del cuneo fiscale".

A chiusura della manifestazione
è intervenuto Emiliano Miceli
, Segretario Confederale CGIL: "si stanno svolvgendo in questo momento cinque manifestazioni oltre la nostra in altre città italiane, belle pacifiche a difesa dei lavoratori. Il governo non si preoccupa di quelli che stanno rimanendo indetro, c'è bisogno di una nuova riforma che affronti il problema dei giovani che versano i contributi e non sanno se avranno le pensioni, abbiamo proposto di dare vita ad una pensione di garanzia e si istituisca subito così gli permettarai di fargli accumulare quelle risorse che gli serviranno quando vorranno andare in pensione i nostri ragazzi. Abbiamo detto al Governo che c'è gente che è andata a lavorare a quindici anni, quanto deve lavorare una persona per meritarsi una pensione? Vedremo cosa ci risponderanno".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie