Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 21 Settembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Trapani Calcio deferito - Trapani Oggi

0 Commenti

12

0

0

1

2

Testo

Stampa

Sport
Trapani

Trapani Calcio deferito

25 Settembre 2018 07:39, di Salvatore Morselli
La dottoressa Paola Iracani
Sport
visite 7105

Il deferimento richiesto, su  segnalazione della CO.VI.SO.C. dal Procuratore Federale al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare,  del Trapani calcio per avere presentato dopo il 30 giugno la fideiussione, ha generato un vespaio di polemiche sui social che, ancora una volta, dimostrano di essere luoghi “di pancia” e non di “testa”. 
Sì, perché era noto a tutti che il rischio ci fosse, atteso che la fidejussione bancaria venne presentata in ritardo per le note vicende legate alla cessione della società.
a ci si dimentica, colpevolmente, che in quei giorni imperativo della proprietà era quello di “sopravvivere”, di non fare scomparire del tutto Trapani dalla mappa delle città che praticavano calcio. Il rischio era ed è quello di una penalizzazione, almeno un punto, di certo poca cosa rispetto al Provinciale desolatamente vuoto tutte le domeniche.
In tanti si sono scagliati contro l’amministratore del Trapani Calcio, la dottoressa Paola Iracani.
Stendiamo un velo pietoso su alcune affermazioni di tifosi ( tifosi ?) contro la signora, ricodando a chi, ancora, volesse fare funzionare il cervello, che la stessa, come più volte ha ripetuto, di calcio ne mastica ben poco e che sta svolgendo un ruolo meramente burocratico.
Insomma, quello che fa lo fa in nome e per conto dei proprietari del Trapani Calcio, la famiglia Morace e la Liberty Lines. La nostra non è, né vuole essere, una difesa d'ufficio della dottoressa Iracani, che ha competenze e capacità per difendersi da sola, ma semplicemente una pacata riflessione su quanto successo e, soprattutto, su quanto ancora può succedere.
Perché, ricordiamocelo, la società è e resta in vendita. La famiglia Morace, cui tutti gli appassionati di calcio e tifosi del Trapani debbono solo e semplicemente dire grazie, sono sempre intenzionati a lasciare. E allora, invece di prendersela con chi ha lavorato e continua a lavorare per “sopravvivere”, ci si goda i momenti di sport attuali e si speri, questo sì, che ci sia chi, dopo Morace, porti avanti il Trapani Calcio.        

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings