Trapani Oggi

Arrestato dalla polizia l'uomo che seminava il panico al Sant'Antonio Abate - Trapani Oggi

Trapani-Erice | Cronaca

Arrestato dalla polizia l'uomo che seminava il panico al Sant'Antonio Abate

24 Marzo 2023 09:51, di Laura Spanò
visite 6661

Il 33enne aveva attuato la stessa tecnica anche con molti commercianti della città

Arrestato dalla squadra mobile di Trapani l'uomo che per giorni ha seminato il panico tra gli operatori sanitari e Oss dell'ospedale Sant'Antonio Abate di Trapani.

Sabato scorso personale della Squadra Mobile di Trapani ha infatti  eseguito una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un 33enne presunto autore di rapine e tentate estorsioni. Il provvedimento era stato emesso dal Gip su richiesta della Procura.

Le indagini scattate dopo le dichiarazioni delle persone offese e grazie al supporto delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza, hanno permesso agli investigatori di raccogliere gravi elementi indiziari a carico di un trentatreenne, abituale assuntore di sostanze stupefacenti e privo di una stabile occupazione lavorativa, il quale avrebbe dato corso ad una rapida escalation delinquenziale commettendo ben cinque tentativi di estorsione e un episodio di rapina.

Dalle indagini è emerso che l’indagato era solito rivolgere gravi minacce o esercitare violenze fisiche, in occasione delle richieste di denaro rivolte ai passanti, agli operatori sanitari dell’ospedale cittadino, ai fedeli in chiesa e agli avventori degli esercizi commerciali.

In particolare all'ospedale Sant'Antonio Abate di Trapani l'uomo seminava il panico nei reparti per poi dileguarsi. Tanto che tra minacce di morte con un coltello in mano e percosse, molti operatori sanitari giungevano al lavoro ogni giorno in preda alla paura.

“Le acquisizioni probatorie – si legge in una nota della questura - raccolte dagli investigatori della Polizia hanno dimostrato che le condotte poste in forma seriale dall’uomo, fossero sintomatiche di un’indubbia pericolosità, che aveva ingenerato un grave allarme sociale, specialmente tra il personale sanitario”.

Al termine degli adempimenti l’indagato è stato condotto presso la Casa Circondariale di Trapani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie