Trapani Oggi

Caccia precipitato: Aeronautica smentisce le dichiarazioni del legale - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Caccia precipitato: Aeronautica smentisce le dichiarazioni del legale

02 Luglio 2023 14:34, di Laura Spanò
visite 1214

Avvocato Sammartano: "Sorprendente che la Forza Armata, per la seconda volta, smentisca circostanze oggettive ampiamente documentate"

L’Aeronautica militare con una nota ha smentito che sulla vicenda sul caccia caduto a Birgi lo scorso 13 dicembre, sia stato deciso il segreto di Stato. L’incidente ha provocato la morte del maggiore Fabio Altruda 33 anni, a bordo di un velivolo Eurofighter, durante il rientro all’aeroporto militare di Trapani Birgi. «Tali affermazioni - sottolinea l’Aeronautica - non corrispondono a verità. Infatti, tutta la documentazione d’interesse è da tempo a disposizione dell’autorità giudiziaria competente. Anche la scatola nera è stata consegnata senza indugio alla predetta autorità giudiziaria e risulta a tutt’oggi sotto sequestro». Inoltre, l’Aeronautica, prosegue la nota, «continua a prestare massima collaborazione alle autorità inquirenti al fine di far luce sull’accaduto, diffidando chiunque dal diffondere informazioni false, diffamatorie e del tutto avulse dalla concreta realtà dei fatti».

Sulla vicenda arriva la dichiarazione del legale della famiglia Altruda, l'avvocato Fabio Sammartano.

"È sorprendente - sottolinea Sammartano - che la Forza Armata, per la seconda volta, smentisca circostanze oggettive ampiamente documentate. Dapprima la smentita dell'impiego  operativo della pattuglia aeronautica sconfessata dalle fonti a disposizione di questo difensore, ma soprattutto dal rinvenimento e distruzione di ordigni esplosivi all'interno del cratere provocato dall'impatto. Adesso la smentita dell'apposizone del Segreto di Stato nonostante la competente Autorità Giudiziaria abbia notificato la comunicazione di detta circostanza così non consentendo l'accesso agli esiti dell'accertamento sulla scatola nera del veicolo. I familiari del povero pilota deceduto - conclude il legale - hanno diritto ed interesse, più di chiunque, a conoscere le vere cause del "disastro" aereo, non trattandosi di mero "incidente"".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie