Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 27 Maggio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Crisi libica: Confindustria, ripercussioni sull'economia - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

3

1

0

Testo

Stampa

Crisi libica: Confindustria, ripercussioni sull'economia

22 Marzo 2011 12:24, di Niki Mazara
Crisi libica: Confindustria, ripercussioni sull'economia
visite 154

Trapani, 22 marzo 2011 -Gravissime le ripercussioni della crisi libica sull’economia del territorio trapanese.Lo afferma il presidente di Confindustria Trapani, Davide Durante, che continua: “Senza entrare nel merito delle motivazioni che hanno portato alla chiusura del traffico civile nell’aeroporto di Trapani Birgi e che sono sotto gli occhi di tutti, non possiamo non manifestare grandissima preoccupazione per le negative ricadute economiche ed occupazionali che questo territorio rischia di pagare pesantemente.Dall’Airgest, dai suoi dipendenti, dall’indotto aeroportuale e, più in generale, dalle imprese turistico-ricettive si leva un grido d’allarme che non può essere né sottaciuto, né ignorato.Le istituzioni e la classe politica a tutti i livelli devono corrispondere alla gravità del momento con interventi concreti ed immediati che salvaguardino questo nostro patrimonio di iniziative e gli investimenti che il pubblico ed il privato hanno fatto e stanno spingendo in direzione di uno sviluppo turistico di questa provincia. Non possiamo semplicemente affidarci al caso e sperare, come tutti auspichiamo, che lo stato di emergenza si risolva presto e positivamente.La paura concreta, già ci sono tutti i segnali, è che la stagione turistica possa essere compromessa e che il volano dell’aeroporto, così faticosamente avviato, possa fermarsi. Dobbiamo affrontare con i caratteri della “Calamità” questo particolare momento ed assumere tutte le iniziative amministrative e legislative che scongiurino un tale rischio. L’economia di questa nostra Terra, già fortemente provata dalla crisi in atto ormai da tempo, non può essere ulteriormente penalizzata, né tantomeno abbandonata, al suo destino”.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings