Trapani Oggi

Da oggi ad Alcamo una strada intitolata al senatore Ludovico Corrao - Trapani Oggi

Alcamo | Cronaca

Da oggi ad Alcamo una strada intitolata al senatore Ludovico Corrao

15 Dicembre 2023 09:59, di Redazione
visite 1067

L'intitolazione questo pomeriggio

Si terr√† questo pomeriggio alle 16:15 la cerimonia di intitolazione della via ‚ÄúPer Monte Bonifato‚ÄĚ
in via ‚ÄúLudovico Corrao‚ÄĚ, alla presenza del Sindaco Domenico Surdi e del Presidente del
Consiglio Comunale Saverio Messana.

Dopo l‚Äôintitolazione della via a Corrao, la Consulta Giovanile di Alcamo organizza, all‚Äôauditorium del Collegio dei Gesuiti, la conferenza ‚ÄúChe Mediterraneo sia‚Ķ Ludovico Corrao, una tradizionale novit√†‚ÄĚ, con gli interventi di Ernesto Di Lorenzo, Baldo Carollo ed Enzo Fiammetta, a moderare i lavori ci sar√† Giuseppe Culmone.
Ernesto Di Lorenzo √® l‚Äôeditore del testo ‚ÄúIl Sogno Mediterraneo‚ÄĚ di Ludovico Corrao e di Baldo
Carollo, mentre Enzo Fiammetta è il direttore della Fondazione Orestiadi di Gibellina; saranno
presenti anche Calogero Pumilia, presidente della Fondazione ed il Sindaco di Gibellina,
Salvatore Sutera, mentre in video collegamento interverranno le figlie di Corrao, Francesca ed
Antonella.

L’avvocato Ludovico Corrao rappresenta una figura di spicco della nostra storia. Fu il legale di Franca Viola, la prima donna in Italia a ribellarsi al matrimonio riparatore.Iniziò l’attività politica nelle ACLI e nella Democrazia Cristiana; nel 1955 fu eletto deputato all’Assemblea regionale siciliana nel collegio della provincia di Trapani nella lista Democrazia Cristiana.

Nel 1958 seguì Silvio Milazzo nella scissione dalla Dc e divenne assessore regionale ai Lavori pubblici. Nel 1959 fu rieletto, stavolta nell’Unione Siciliana Cristiano Sociale, sia nel collegio di Trapani che di Palermo; nominato nuovamente assessore al fianco di Milazzo nei due successivi governi, prima ai Lavori pubblici e poi all’Industria e commercio.

Dal 1960 al 1962 fu anche sindaco di Alcamo e poi restò consigliere comunale.

Terminata l’era del Milazzismo, si avvicinò alla sinistra; nel 1963 venne eletto deputato alla Camera, come indipendente nella lista nel PCI, nella IV legislatura, nel collegio Sicilia occidentale.

Dal 1968 fu eletto Senatore della Repubblica nella V legislatura nel collegio di Alcamo e aderì al gruppo degli Indipendenti di sinistra. Nel periodo 1969-1972 divenne sindaco di Gibellina, cittadina distrutta dal terremoto del Belice del 1968. Venne rieletto senatore nel 1972  fino al termine della legislatura, nel 1976.

Dal 1974 al 1994 divenne nuovamente sindaco di Gibellina.

Tornò senatore nel 1994 e nel 1996, nelle legislature XII e XIII eletto col PDS nel collegio di Alcamo, fino al 2001.

Da sindaco di¬†Gibellina¬†(1969-1972 e 1974-1994) radun√≤ artisti e di architetti di fama nazionale, che arricchirono la nuova Gibellina ricostruita, di opere di¬†arte contemporanea. Rest√≤ sindaco a pi√Ļ riprese fino agli anni ottanta.

La sua attività culturale proseguì con la nascita nel 1981 delle Orestiadi di Gibellina,  divenuta, poi,  Fondazione nel 1992 (di cui fu Presidente fino alla morte), e del  Museo delle Trame Mediterranee.

Nel 2005, il Presidente della Regione Siciliana, Salvatore Cuffaro, gli affidò la gestione di Casa Sicilia a Tunisi, nella sede tunisina della fondazione.

Nel 2010, con ilgiornalista Baldo Carollo, Corrao pubblic√≤ Il sogno Mediterraneo, un libro‚Äďintervista che narra sessant‚Äôanni di storia della Sicilia,rivisti da intellettuali del tempo (Leonardo Sciascia,¬†Carlo Levi,¬†Pietro Consagra¬†e¬†Danilo Dolci): la Sicilia √® vista al centro di un dialogo tra le diverse culture del Mediterraneo.

Fu assassinato il 7 agosto 2011 mentre si trovava alla Fondazione Orestiadi da Saiful Islam, un bengalese, suo dipendente.

Intitolare una via all‚Äôavvocato Ludovico Corrao esprime l‚Äôimportanza del suo operato. Il sindaco Domenico Surdi ha, infatti, dichiarato ‚ÄúLa via Per monte Bonifato, dove si trova la casa da lui tantoamata, diventa via Ludovico Corrao, vogliamo rendere omaggio alla memoria di un uomo che hafatto della sua eclettica personalit√† il ‚Äėsuo sogno‚Äô e, partendo dalla Citt√† natia, ha ridisegnatouna nuova visione del Mediterraneo‚ÄĚ.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie