Trapani Oggi

Dodici bambini della scuola Nasi intossicati: avevano mangiato alla mensa comunale - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Dodici bambini della scuola Nasi intossicati: avevano mangiato alla mensa comunale

15 Novembre 2022 23:30, di Redazione
visite 1534

A darne notizia Il Comitato dei genitori

Dodici bambini della scuola Nunzio Nasi di Trapani, che avevano mangiato alla mensa gestita dal Comune di Trapani, sono rimasti presumibilmente intossicati.I bimbi sono stati portati al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Antonio Abate tutti con gli stessi sintomi: nausea, vomito, cefalea e crampi allo stomaco. Tra queste una bambina allergica alle mandorle, il cui problema era stato comunicato, che ha avuto una pesante reazione. Il servizio mensa era partito appena da due giorni.

A darne notizia è stato il Comitato dei genitori, che aveva incontrato domenica l’amministrazione di Trapani per manifestare le proprie perplessità. Il consigliere comunale Anna Garuccio scrive sull'accaduto: "Dopo mesi di attesa, il servizio mensa inizia con netto ritardo rispetto l’inizio dell’anno scolastico e dopo appena due giorni di erogazione, 12 bambini finiscono in ospedale.

Considerato il precedente del mese di maggio in cui la Commissione della Mensa Scolastica presentava la presenza di cibo acido, a cui è conseguita la segnalazione della sottoscritta al AI DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE-  Organismi sanitari dello U.O.S. Igiene della Nutrizione con sede in Via Amm. Staiti n. 95 - Trapani, ho appena inoltrato simile segnalazione attraverso cui chiedo - allo stesso dipartimento il controllo della commestibilita’ dei cibi preparati dalla Ditta Le Palme Ristorazione & Servizi, erogatrice del servizio di mensa scolastica nelle scuole statali dell’ infanzia e primaria del Comune di Trapani con orario pomeridiano; - al Comune di Trapani la sospensione, a tutela della salute dei bambini, del servizio mensa in attesa dei riscontri di cui sopra richiesti dalla sottoscritta e della relazione finale sugli accertamenti microbiologici ed epidemiologici, come avvenuto di recente nel Comune di Alcamo in cui il Sindaco ha revocato l’incarico previa sospensione del servizio per 23 giorni in attesa dei risultati microbiologici richiesti.  Sulla salute dei bambini non si scherza e non comprendo perché il Comune di Trapani abbia mostrato tanta tolleranza e fiducia.  La sospensione, e la eventuale rescissione del contratto in caso di accertato nesso di causalità, sono a parere della Sottoscritta le uniche strade percorribili da parte della politica e della pubblica Amministrazione"

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie