Trapani Oggi

Ladri di rame in azione a Calatafami Segesta, preso di mira lo Stadio di Sasi - Trapani Oggi

Calatafimi Segesta | Cronaca

Ladri di rame in azione a Calatafami Segesta, preso di mira lo Stadio di Sasi

06 Aprile 2024 12:51, di Laura Spanò
visite 3500

Quantificati in oltre 10 mila euro i danni

Tornano in azione a Calatafimi Segesta i ladri di rame. I malviventi hanno colpito la struttura sportiva di contrada Sasi. Il furto è stato messo in atto nel corso delle festività pasquali durante le ore notturne. Sono stati tagliati e rubati i cavi del circuito elettrico delle Torri Faro dello stadio, che di fatto assicurano la fruizione notturna dell'impianto sportivo.

La denuncia è già stata presentata alla stazione dei carabinieri di Calatafimi Segesta. Quantificato in 10 mila euro il danno. I lavori di ripristino non saranno immediati ma si ritiene che il problema possa essere risolto inserendo la spesa nel finanziamento di oltre 100 mila euro ottenuto dalla regione per la messa in sicurezza ed agibilità dell'impianto che avverrà nei prossimi mesi.

“E' necessario che la nostra città sia provvista di un sistema di videosorveglianza – dice il sindaco Francesco Gruppuso - la Giunta Municipale ha approvato il progetto nelle scorse settimane è richiesto al ministero degli Interni il finanziamento di oltre 300 mila euro. Il progetto – prosegue Gruppuso - prevede diverse telecamere con rilevamento delle targhe e anche di tipo territoriale per la lotta agli incendi boschivi, speriamo che al terzo tentativo si possa avere il decreto che tra l'altro vede la compartecipazione finanziaria del 33% dalle casse comunali proprio per ottenere un punteggio molto alto in graduatoria”.

Infine l'invito dello stesso sindaco ai cittadini a contattare le forze dell'ordine: se qualcuno ha visto eventuali movimenti sospetti che possano portare a individuare i responsabili del reato, che si faccia avanti.

Nei mesi scorsi ancora la cittĂ  di Calatafimi era stata presa di mira da ladri di rame, e parte della cittĂ  e dell'agglomerato extraurbano di contrada Sasi era rimasto al buio.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie