Trapani Oggi

Rogo Barracopoli. Individuata una sistemazione per i lavoratori stagionali - Trapani Oggi

Castelvetrano | Cronaca

Rogo Barracopoli. Individuata una sistemazione per i lavoratori stagionali

01 Ottobre 2021 20:07, di Redazione
visite 1406

Oggi la distribuzione di vestiario e altri beni di prima necessità

C'è grande solidarietà attorno ai migranti della baraccopoli di Castelvetrano distrutta da un incendio che ha provocato la morte di uno di loro: un uomo di 36 anni, proveniente dalla Guinea Bissau. Mentre la Prefettura di Trapani ha provveduto a trovare una nuova sistemazione ai lavoratori stagionali, trecento extracomunitari, impiegati nella raccolta della olive,  l’Ente bilaterale agricolo territoriale di Trapani, assieme ai suoi componenti Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil, Coldiretti Trapani, Confagricoltura Trapani e Cia Sicilia occidentale, continuano nei loro interventi di sostegno.
In particolare, oggi è avvenuta  la distribuzione di vestiario e altri beni di prima necessità dopo che ieri sono state consegnate derrate alimentari (acqua, pane e integratori) e generi di prima necessità e sicurezza (mascherine, gel igienizzante) nonché un pasto caldo per la cena alle centinaia di braccianti agricoli sfuggiti all’incendio. Alla distribuzione hanno partecipato rappresentanti dei componenti Ebat, nonché i segretari generali di Cgil e Uil Trapani Liria Canzoneri ed Eugenio Tumbarello, e il segretario territoriale Cisl Palermo Trapani Massimo Santoro.

“L’Ebat, unitamente Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil, Coldiretti, Confagricoltura Trapani e Cia Sicilia occidentale, - afferma il presidente dell’Ente Tommaso Macaddino – si stringe intorno al dolore di questi lavoratori che nel rogo hanno perso tutti i propri effetti personali, ma soprattutto hanno perso un fratello che ha tragicamente perso la vita”. conclude: “In queste ore così difficili un ringraziamento particolare va alla Prefettura che si sta prodigando con ogni mezzo per risolvere i tanti problemi e disagi dopo l’incendio della scorsa notte”.

Una nuova sistemazione per i migranti rimasti senza tetto dopo l'incendio che ha distrutto la baraccopoli di Castelvetrano, provocando la morte di un uomo di 36 anni, proveniente dalla Guinea Bissau. Saranno ospitati in una palestra che il Comune di Castelvetrano provvederà ad attrezzare. Si tratta di trecento persone impegnate nella raccolta di olive nel Trapanese. A questa soluzione si è giunti dopo una riunione che si è svolta alla Prefettura di Trapani. Ma non è tutto perchè la Croce rossa metterà a disposizione delle tende che saranno sistemate nell'ex oleificio Fontane d'Oro, a Campobello di Mazara, sequestrato alla criminalità organizzata. Lì saranno ospitati altri lavoratori stagiona

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie