Trapani Oggi

Verde in città, concorso fotografico del M5S per segnalare le aree degradate - Trapani Oggi

Trapani | Politica

Verde in città, concorso fotografico del M5S per segnalare le aree degradate

22 Giugno 2016 16:11, di Niki Mazzara
visite 663

Il Meetup M5S Trapani ha deciso di lanciare un concorso fotograficoche ha lo scopo di individuare le zone pubbliche di Trapani dove è presente un prob...

Il Meetup M5S Trapani ha deciso di lanciare un concorso fotograficoche ha lo scopo di individuare le zone pubbliche di Trapani dove è presente un problema di degrado urbano relativo alle aree verdi: aiuole, discariche abusive, giardini pubblici, zone urbane invase da sterpaglie e tutto ciò che in città riguarda il decoro del verde pubblico. L'invito a partecipare è rivolto a tutti i cittadini trapanesi e non solo, per cercare, insieme, di migliorare la città di Trapani e tutto il suo territorio. Il concorso è stato reso pubblico sulla pagina Facebook del Movimento 5 Stelle Trapani ed è valido fino al prossimo 30 Giugno. Per partecipare basta scattare una foto dell'area, via o zona individuata; 2) Inviarla all'indirizzo e-mail m5s.trapani@gmail.com, specificando la via o zona a cui si riferisce. In alternativa le foto potranno essere caricate direttamente su Instagram, aggiungendo l'hashtag #TrapaniVerde e dando indicazioni sul punto in questione. Queste segnalazioni, si legge nella pagina del concorso, possono essere inviate anche in futuro in modo tale da tenere sotto controllo il degrado o l'abbandono di qualsiasi zona del trapanese dove ci sia necessità di intervenire. Sarà premiata la foto che documenta la situazione più grave di degrado ambientale e il meetup del Movimento 5 stelle Trapani si mobiliterà per risolvere il problema. Tutte le foto di segnalazione pervenute verransaranno no caricate sul profilo "Instagram" ufficiale del Meetup M5S di Trapani. L'obbiettivo - spiegano gli organizzatori dell'iniziativa - è avere una panoramica generale sul degrado urbano della città ed anche le altre zone verranno progressivamente prese in considerazione, ma sopratutto, iniziare un percorso di coinvolgimento e di partecipazione dei cittadini nella gestione del "bene comune".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie