Trapani Oggi

Vicenda Birgi. "Aperta trattativa con il Mef per confermare aumento capitale, la Regione investe su Airgest" - Trapani Oggi

Trapani | Politica

Vicenda Birgi. "Aperta trattativa con il Mef per confermare aumento capitale, la Regione investe su Airgest"

13 Marzo 2024 14:44, di Redazione
visite 1940

Il deputato del M5S Cristina Ciminnisi in una interrogazione aveva chiesto al: "Governo Regionale faccia chiarezza su Birgi e su futuro scali siciliani"

«Tra le norme di spesa dello scorso collegato, attualmente al vaglio del Mef, figura anche quella che aveva destinato 4,2 milioni per l’aumento di capitale di Airgest. A Roma abbiamo già avviato la trattativa con viale XX Settembre, al fine di chiarire la natura dello stanziamento della Regione e confermarlo. Non siamo infatti nel campo degli aiuti di Stato o del ripiano di perdite. La norma su Birgi, da noi messa a punto e votata dall’Ars, definisce invece un investimento della Regione su Airgest con l’obiettivo di adeguare e rafforzare la società, ben guidata dal presidente Salvatore Ombra, rispetto all’aumento dei passeggeri registrato nel 2023».

Così l’assessore regionale all’Economia Marco Falcone, replicando alla deputata M5s Cristina Ciminnisi a proposito dell’aumento di capitale stabilito dalla Regione in favore di Airgest, società di gestione dell’Aeroporto di Trapani-Birgi. Dal canto suo l'assessore regionale Falcone ha concluso: «L'aeroporto di Trapani ha superato l’anno scorso la cifra di ben 1,3 milioni di passeggeri. Ai sensi delle leggi di settore occorre, quindi, aumentare il capitale sociale di Airgest, irrobustendola e adeguandola al mercato. Non si
tratta di un soccorso di 'mamma Regionè, ma di una iniezione di fondi prevista dalla legge per supportare una realtà virtuosa e in crescita, nell’interesse dell’economia e di tutto il Trapanese», conclude l’assessore Falcone.

Il deputato del M5S Cristina Ciminnisi era infatti intervenuta sulla vicenda sottolineando: "Da oltre un anno che chiedo che si faccia chiarezza sulla strategia di gestione sullo scalo di Birgi e sugli scali aeroportuali siciliani più in generale. Ed ho chiesto, consapevole dell’importanza degli aeroporti per l’economia dell’Isola, che lo si faccia in sede parlamentare e non nel chiuso di uffici e segreterie». A dichiararlo è la deputata regionale del Movimento 5 Stelle Cristina Ciminnisi che ha depositato un'interrogazione parlamentare in cui chiede «chiarimenti in merito ad ipotesi di privatizzazione, fusione o incorporazione della società di gestione dell’Aeroporto di Trapani Birgi “Vincenzo Florio”».  Un atto ispettivo - sottolineava la Ciminnisi - che giunge in una fase particolarmente accesa del dibattito pubblico sullo scalo trapanese: di ieri la notizia dei rilievi del Governo Nazionale sulla ricapitalizzazione dell’Airgest; delle scorse settimane le dichiarazioni del presidente della Regione su ipotesi di privatizzazione della società. «L’urgenza di riportare il dibattito in aula – conclude Ciminnisi – è determinata dalla necessità di avere certezze. Ipotesi di privatizzazioni e operazioni di mercato, annunciate dal Governo Regionale e che non hanno mai seguito, raccolte da privati e gruppi imprenditoriali che a loro volta avanzano proposte e richieste, generano un clima di confusione che rende indeterminato il futuro degli scali e accidentate strategie e programmazione. Birgi e gli aeroporti siciliani hanno bisogno di stabilità nella operatività e nella gestione».

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie