Trapani Oggi

Ennio Morricone, una vita per la musica [Video] - Trapani Oggi

Ennio Morricone, una vita per la musica [Video]

11 Novembre 2021 12:00, di Francesco Graziano
visite 1623

“ Ennio Morricone è come i grandi della musica, è come Beethoven , Mozart, Bach”

Quentin Tarantino in più di un’occasione quando gli chiedevano del rapporto che lo legava ad Ennio Morricone- prima amato compositore e poi divenuto amico- non mancava sovente di ripetere la stessa frase: “ Ennio Morricone è come i grandi della musica, è come Beethoven , Mozart, Bach”.

Il grande compositore che non amava ricevere complimenti rispose a quello che oramai poteva considerarsi il suo regista preferito- oltre che grande amico- cioè Peppuccio Tornatore ( “ D’ora in avanti comporrò musiche solo per i film di Tornatore dichiarò più di una volta il compositore amato da Sergio Leone, Brian De Palma e tanti altri”) in un libro consigliatissimo per gli amanti del cinema: “Ennio, un maestro, con Ennio Morricone” meritoriamente edito dalla HarperCollins, Italia, nel 2018.

Ecco la risposta del maestro: “ ha detto veramente così? Mah, penso abbia pronunciato quelle frasi, per cui comunque lo ringrazio, per fare in realtà pubblicità al film ( il film era “The Hateful Eight”, Tarantino ritirò il Golden Globe al posto del geniale musicista impossibilitato a recarsi a Los Angeles in quel momento). A quanto pare la prima collaborazione tra i due ( Tarantino cercò più di una volta nel passato di realizzare i suoi progetti con quello che considerava il suo mito ma sempre per un impegno incombente del compositore le collaborazioni puntualmente saltarono),

avvenne grazie alla amatissima moglie di Morricone, Maria,  la quale appena letto il copione di “ The Hateful Eight “  praticamente ‘obbligò’ il marito a lavorare con il regista americano. Anche Tornatore disse all’amico: “ rifiutare ancora non sarebbe carino, Tarantino ti ama”.)

Con grande schiettezza il compositore disse al geniale regista di Pulp Fiction che alcune scene erano per lui troppo violente ma questo parere non rovinò un’amicizia che continuò anche dopo la realizzazione del film.

Molti musicologi dal palato fino alla dichiarazione di Tarantino che mise Morricone allo stesso livello dei grandi della musica classica storsero il naso, si può essere d’accordo o meno naturalmente ma scendendo dal generale al particolare potremmo dire che Morricone ha rappresentato per il cinema ciò che Beethoven, Mozart, Chopin e altri hanno rappresentato per la musica classica. Senza ombra di dubbio questa affermazione difficilmente può essere smentita.

Ognuno di noi può dire la propria sulle composizioni che hanno lasciato un segno nella propria vita del maestro premio oscar alla carriera, chi scrive trova semplicemente meravigliose l’intro che Morricone compose per il film “ The Untchables” di Brian De Palma ma naturalmente potremmo citare “ Mission” , i film di Leone e tanti altri come le musiche composte per il primo film di Dario Argento “ L’uccello dalle piume di cristallo” del 1970, a mio parere da non sottovalutare assolutamente.

Quel che è certo è che Morricone non avremmo mai voluto venisse a mancare, quel maledetto 6 luglio 2020, giorno della scomparsa del compositore, i cuori di milione di persone piansero ma al posto delle lacrime ad uscire furono note. Le note bellissime che il maestro ci regalò in più di quarant’anni di carriera.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie