Trapani Oggi

Annullata confisca di beni all'ex patron della Valtur Carmelo Patti - Trapani Oggi

Castelvetrano | Cronaca

Annullata confisca di beni all'ex patron della Valtur Carmelo Patti

12 Aprile 2024 11:37, di Laura Spanò
visite 936

Patti era ritenuto uno dei prestanome di Matteo Messina Denaro

Oggi, la Corte di Appello di Palermo, sezione misure di prevenzione, ha annullato il decreto del Tribunale di Trapani che, nel novembre 2018, aveva disposto la confisca dei beni dell'ex patron della Valtur Carmelo Patti, nel frattempo deceduto. Per anni Carmelo Patti è stato indicato dagli inquirenti come uno dei prestanomi del boss mafioso Matteo Messina Denaro.

La Corte ha escluso che Patti abbia avuto nel corso della sua attività rapporti di "vicinanza" con l'associazione mafiosa. L'imprenditore era difeso dagli avvocati Francesco Bertorotta, Roberto Tricoli, Raffaele Bonsignore, Angelo Mangione, Marco Antonio Dal Ben e Giuseppe Carteni.

A suo tempo il procedimento eseguito dalla Dia aveva riguardato un patrimonio di oltre un miliardo e mezzo di euro. Tra i beni confiscati vi erano resort turistici, beni della vecchia Valtur, un'imbarcazione di 21 metri, appezzamenti di terreno, immobili e 25 società. Carmelo Patti è morto il 25 gennaio 2016 a 81 anni, aveva 3 figli, era cavaliere del lavoro e prima dei guai giudiziari, soprattutto con accuse di rapporti con la mafia, era uno stimato e ricchissimo industriale emigrato in Lombardia da Castelvetrano a 26 anni. Iniziò lavorando come operaio alla Philco di Robbio (Pavia). Poi si mise in proprio cominciando a fabbricare cavi elettrici. Nacque la "Cablelettra" poi trasferita nell'ex stabilimento Philco, acquistato negli anni Settanta. Patti vendeva cablaggi elettrici e componenti elettronici per auto soprattutto alla Fiat. La "Cablelettra" divenne una multinazionale con diverse sedi in Italia tra cui proprio Castelvetrano e nel mondo. Nel '97 ormai ricco acquistò la Valtur entrando così anche nel settore del turismo. Il gruppo dei villaggi vacanze divenne uno dei primi in Italia.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie