Trapani Oggi

Ex agente di polizia condannato a 11 anni per violenza sessuale nei confronti della figlia adottiva - Trapani Oggi

Alcamo | Cronaca

Ex agente di polizia condannato a 11 anni per violenza sessuale nei confronti della figlia adottiva

18 Aprile 2024 14:30, di Redazione
visite 1650

A 4 anni per maltrattamenti è stata condannata la moglie

È stato condannato a 11 anni l'ex poliziotto di Alcamo accusato di violenza sessuale nei confronti della figlia adottiva. Il pm aveva chiesto una pena superiore. Si tratta del processo di primo grado. Nello stesso procedimento la moglie è stata condannata a 4 anni per maltrattamenti.  Alla donna in un primo momento, era stato contestato anche il reato di estorsione, ma l'accusa è poi caduta.

L'agente, in servizio al commissariato di Alcamo, era stato arrestato nel settembre del 2020 al termine di un'indagine della Procura di Trapani, coordinata dal procuratore aggiunto Maurizio Agnello e dalla pm Francesca Urbani. L'accusa nei suoi confronti era di aver abusato sessualmente della figlia adottiva per oltre dieci anni, a partire da quando la ragazza era ancora minorenne. La figlia del poliziotto aveva sporto denuncia presso la caserma dei carabinieri di Balestrate solo tre giorni prima dell'arresto del padre. Da allora, l'uomo si trova in carcere a San Giuliano Milanese e non gli sono mai state concesse misure alternative.

Secondo l'accusa, il poliziotto avrebbe abusato sessualmente della figlia adottiva per anni, approfittando del suo ruolo di genitore e della sua autorità. Le violenze sarebbero iniziate quando la ragazza era ancora minorenne e sarebbero proseguite anche dopo la sua maggiore età. L'uomo avrebbe molestato la figlia, invitandola ad appartarsi per consumare rapporti sessuali e facendole pressioni psicologiche. Le chat su WhatsApp tra i due, piene di messaggi espliciti e insistenti, sarebbero state la prova chiave per inchiodare l'uomo alle sue responsabilità.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie