Trapani Oggi

Festeggia capodanno facendo esplodere un petardo illegale ora rischia di perdere tre dita - Trapani Oggi

Alcamo | Cronaca

Festeggia capodanno facendo esplodere un petardo illegale ora rischia di perdere tre dita

03 Gennaio 2024 18:02, di
visite 2773

E' accaduto ad Alcamo, la vittima un giovane di Alcamo

Festeggiare l’arrivo del nuovo anno esplodendo un “botto” illegale è costato caro ad ad un giovane alcamese di 20 anni. La “cipolla”, un potente petardo,  infatti, gli è scoppiata in mano, facendogli perdere tre dita. E come se non bastasse, rischierebbe anche l’amputazione dell’arto. L’incidente, la notte di San Silvestro, in via Ruisi, ad Alcamo.  Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il giovane sarebbe sceso in strada per festeggiare il 2024 con un grande botto.

Qualcosa, però, è andato storto. Il petardo, infatti, gli è scoppiato in mano, ferendolo gravemente all’arto perché oltre a fargli perdere le tre dita, la deflagrazione gli avrebbe anche procurato danni irreversibili ad un tendine.  

Scattato l’allarme il ventenne  è stato trasportato in ospedale.  Una serata da trascorrere all’insegna dell’allegria è culminata così con una corsa al pronto soccorso. Tutta colpa di una stupida e barbara usanza, salutare l’anno nuovo sparando ed esplodendo petardi, dura a morire nonostante le tragedia degli anni passati.

È stato trovato con la mano sanguinante: poco prima aveva fatto esplodere un petardo per strada un uomo di quarantacinque anni di Balestrate, finito all'ospedale. Il bilancio dei feriti durante i festeggiamenti del Capodanno così si aggrava. Dopo il bambino di dieci anni di Ficarazzi e un ragazzo di vent'anni di Alcamo che ha perso tre dita e rischia l'amputazione di tutta la mano, si registra un altro caso in provincia di Palermo. Feriti che si aggiungono ai 14 già registrati il primo gennaio, a poche ore dai festeggiamenti tre a Trapani e poi in provincia di Caltanissetta, Palermo, Catania e nell'Agrigentino.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie