Trapani Oggi

Giovedì cerimonia di intitolazione a Gregory Bongiorno, sala conferenze Sicindustria - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Giovedì cerimonia di intitolazione a Gregory Bongiorno, sala conferenze Sicindustria

05 Febbraio 2024 15:17, di Laura Spanò
visite 1093

Sarà presente il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi

Ad un anno dalla sua prematura scomparsa, nella ricorrenza del suo compleanno, Sicindustria e Ance Trapani intitoleranno la sala conferenze dell’Associazione alla memoria di Gregory Bongiorno, imprenditore che ha lasciato un'impronta indelebile nel mondo confindustriale e in chiunque ne abbia incrociato il cammino. Sarà presente il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi.

L’appuntamento è per giovedì 8 febbraio, alle 16, in via Mafalda di Savoia, 26 e vedrà la partecipazione del vescovo di Trapani, S.E. Mons. Pietro Maria Fragnelli; di Silvia Bongiorno, sorella di Gregory e presidente di Agesp spa; di Luigi Rizzolo presidente di Sicindustria e dei presidenti di Sicindustria e Ance Trapani, Vito Pellegrino e Sandro Catalano.

“Con questa cerimonia – affermano Pellegrino e Catalano – vogliamo evidenziare il valore dell’uomo, del collega e dell’amico, con l’auspicio che l’esempio di Gregory possa essere seguito dai giovani che decideranno di avvicinarsi all’associazione degli industriali”.

Il nostro personale ricordo di Gregory Bongiorno

Gregory Bongiorno, è stato il leader degli imprenditori siciliani, in prima fila contro le mafie infiltrate nell’economia.
Uomo impegnato e serio, ma capace di stemperare con una battuta i momenti in cui le tensioni potessero alzarsi. Gregory Bongiorno a 47 anni è stato strappato alla sua famiglia ma anche ad una moltitudine di amici, di persone, alla sua impresa, l’Agesp, al sindacato di Confindustria, alle persone perbene, alla sua terra, Castellammare del Golfo. Fu presidente di Confindustria Trapani e poi di Sicindustria Sicilia. In anni pesanti, mentre i mafiosi cercavano di tornare in possesso dei beni confiscati e lui si ritrovò alla testa di chi resisteva a quei tentativi. Si è ritrovato in prima fila ad un certo punto, e lui come altri ha sentito anche attorno a se quell’isolamento che di solito da queste parti si dedica a chi vuol parlare e guardarsi attorno.
Amava questa terra, Castellammare del Golfo, la provincia di Trapani, la Sicilia. L’amava tanto che non esitava  a parlare di questa terra in una certa maniera. Stava lavorando su un progetto ambizioso che avrebbe avuto ricadute economiche e non solo per questo territorio, che solo la sua prematura morte ha bloccato.
Ci piace ricordare ciò che diceva Gregory Bongiorno: bisogna indicare quello che non funziona, che non va bene, le commistioni e le connessioni criminali, perché così si possa esaltare la bellezza del territorio e le cose buone che tanti fanno ogni giorno. “Adesso non arretriamo un passo”. Queste sono state le ultime sue parole ufficiali da presidente di Sicindustria il giorno dell’arresto di Matteo Messina Denaro. Le continuiamo a farle nostre ancora oggi che Gregory non c’è più.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie