Trapani Oggi

Omicidio Ganci, lunedì inizia il processo in Corte d'Assise a carico del cognato - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Omicidio Ganci, lunedì inizia il processo in Corte d'Assise a carico del cognato

13 Gennaio 2023 22:19, di Laura Spanò
visite 1203

Il caso risolto dopo 22 anni

Prima udienza lunedì 16 Gennaio innanzi la Corte d’Assise di Trapani del processo a carico di Antonio Adamo, 70 anni, accusato di avere ucciso il cognato, Benedetto Ganci.

Dopo 22 anni di silenzio nell'agosto del 2020 una delle figlie della vittima (all'epoca dei fatti ancora minorenne) si rivolse ai carabinieri di Salemi raccontando di avere dei sospetti sullo zio. Benedetto Ganci sarebbe stato attirato in campagna dal cognato e ucciso con colpi di paletti in cemento al volto, alla testa e alle braccia. Le intercettazioni e l’incrocio delle dichiarazioni rese soprattutto da membri del nucleo familiare hanno consentito ai carabinieri e alla Procura di Trapani di riaprire il caso.

Adamo avrebbe covato a lungo un sentimento di astio verso Ganci in quanto “quest’ultimo – spiegarono gli investigatori – intuendo le morbose attenzioni, anche di natura sessuale, mostrate da Adamo nei confronti delle sue figlie, lo avrebbe redarguito in più occasioni intimandogli di restare lontano dalle nipoti“. La vittima sarebbe, quindi, stata considerata “un ostacolo ai desideri sessuali nutriti dall’indagato nei confronti, in particolar modo, di una nipote, all’epoca minorenne”.

Ganci, la sera del 5 novembre 1998, sarebbe stato attirato da Adamo presso un casolare di campagna, isolato rispetto al centro abitato di Fulgatore, e lì barbaramente ucciso. Il movente risulterebbe, per citare le parole del gip del Tribunale di Trapani, «un’importante chiave di lettura del quadro indiziario raccolto, consentendo di iscrivere in una cornice unitaria i pezzi del puzzle investigativo».

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie