Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 09 Dicembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Processo omicidio Nicoletta Indelicato. In aula i genitori e il fratello - Trapani Oggi

0 Commenti

0

2

1

0

0

Testo

Stampa

Cronaca
Marsala

Processo omicidio Nicoletta Indelicato. In aula i genitori e il fratello

19 Novembre 2019 05:00, di Laura Spanò
Tribunale Trapani
Cronaca
visite 1361

Ancora una udienza ieri in Corte D’Assise a Trapani, presidente Daniela Troia, PM Maria Milia,del processo per l’omicidio della 25enne Nicoletta Indelicato, imputata Margareta Buffa. Accusato del delitto anche Carmelo Bonetta, che ha già confessato, ed ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato, il 28 novembre comparirà davanti al Gip di Marsala.Sul banco dei testi il medico che effettuò l’ispezione cadaverica su Nicoletta, il dottore Cesari Ferrari, che si è soffermato su alcuni dettagli raccapriccianti relativi allo stato in cui si trovava il corpo della vittima. Ferreri ha raccontato alla Corte come ha trovato il corpo della povera Nicoletta. "Era quasi tutto bruciato tanto che, quando è stato traslato all'obitorio del cimitero, perchè sul luogo del ritrovamento vi era poca illuminazione, togliendole i vestiti anche la pelle veniva via". Il teste si è poi soffermato sulle ferite ancora visibili sul corpo martoriato della giovane. 
Sentiti poi i genitore e il fratello di Nicoletta; Damiano Indelicato, Maria Angileri e Cristian Indelicato. Una testimonianza, quella dei familiari di Nicoletta, uccisa con 12 coltellate e poi bruciata, interrotta più volte dalla commozione.
In aula è stato così ripercorso un periodo di tempo che va dal 2017 fino alla sera della scomparsa della giovane. Damiano Indelicato ricostruendo quella sera ha precisato: “Io e mia moglie siamo usciti alle 20,30 per andare a cena. Nicoletta rimase a casa stava poco bene. Poi cambiò idea. Telefonò a mia moglie, le disse che l’aveva chiamata Margareta che voleva uscire con lei. Nicoletta faceva tutto quello che le chiedeva Margareta perché lei l’aveva plagiata soggiogata”. “Alle quattro di notte – aggiunge Indelicato – mi sono alzato. Nicoletta era ancora fuori. La porta della sua cameretta era chiusa. Mi sono preoccupato ed ho svegliato mia moglie”. I genitori hanno telefonato alla figlia, le hanno mandano anche diversi messaggi senza ottenere alcuna risposta. “Alle sei ho chiamato il maresciallo dei carabinieri Scafura”. Nicoletta a casa non farà più ritorno.
Nicoletta conosce Margareta dopo la laurea a luglio del 2017. Ad ottobre, entra a casa Indelicato.“Mi ha fatto subito una brutta impressione non volevo che mia figlia la frequentasse”. Poi i segnali allarmanti di quella particolare amicizia tra Nicoletta e Margareta. Il conto corrente di Nicoletta registra un prelievo di 1000 euro. La figlia, non da spiegazioni. Apprendono che 500 euro erano stati utilizzati per un trattamento estetico. “Mia figlia -racconta la madre- non aveva bisogno di  un trattamento estetico”.Altro episodio. “Una sera Nicoletta -dice il padre- rincasa senza auto. Mi disse, si sono rotti i freni. Porto la vettura da un meccanico, e scopro che i freni erano stati tagliati di proposito. Poi sui muri della stazione di Petrosino compaiono i numeri telefonici di Nicoletta e di mia moglie e un messaggio, se volete scopare alla grande, chiamate”.
Ennesima lite tra Nicoletta e Margareta, quest’ultima si presenta a casa Indelicato, rivuole il gatto che le aveva regalato, la madre di Nicoletta le chiede di stare alla larga dalla figlia e lei risponde che c’erano certi video che non le avrebbe fatto piacere vedere su Nicoletta”. “Margareta manipolava mia figlia -racconta in aula la mamma. Le faceva terra bruciata attorno, impedendole di frequentare le sue vecchie amicizie. Ogni volta che usciva con lei, Nicoletta cambiava umore, diventando un’altra persona. Litigavano, si tiravano i capelli, ma Margareta riusciva sempre ad addomesticarla. Chissà cosa le diceva per far pace con lei”. Il presidente della Corte poi chiede alla signora “se ha mai dubitato che Margareta era innamorata di sua figlia e se i video di cui accennava fossero video di feste o compromettenti”. La madre ha risposto: “Una volta Margareta mi ha detto che mia figlia aveva atteggiamenti femminili, ma lei era solita mettere zizzanie tra noi”. 

© Riproduzione riservata

Commenti
Processo omicidio Nicoletta Indelicato. In aula i genitori e il fratello
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie