Trapani Oggi

Emergenza idrica, i sindaci incontrano il prefetto di Trapani - Trapani Oggi

Castellammare del Golfo | Politica

Emergenza idrica, i sindaci incontrano il prefetto di Trapani

19 Novembre 2021 11:04, di Luigi Todaro
visite 1109

Riunione a Palazzo del Governo con i Comuni ex Eas

Lo afferma il sindaco di Castellammare del Golfo Nicolò Rizzo che, con altri sindaci dell’Ati, ha incontrato il prefetto  di Trapani Filippina Cocuzza, in qualità di presidente dell'ambito territoriale idrico di Trapani del quale fanno parte 17 Comuni serviti dall’Eas, l’ente acquedotti siciliani in liquidazione dal 2004. 

I comuni coinvolti dell'ATI sono: Alcamo, Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Custonaci, Erice, Gibellina, Castelvetrano, Paceco, Partanna, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, Santa Ninfa, San Vito lo Capo, Valderice, Vita e le Isole Egadi.

"In attesa dell'approvazione del piano d'ambito da parte dell'assemblea, - sottolinea Rizzo - abbiamo più volte chiesto alla Regione di intervenire per risolvere la questione della vacatio legislativa sulla gestione delle reti idriche. L’Ati si è espressa deliberando sul fatto che la Regione debba provvedere ad individuare il gestore unico momentaneo per il sistema idrico integrato in prosecuzione alla gestione ex Eas, nel rispetto delle sentenze della Corte Costituzionale e del Tar, che hanno riconosciuto la validità di quanto fatto per tutelare enti pubblici e comunità. L'assemblea non ha accolto la proposta del Governo regionale che aveva chiesto all'assemblea di autorizzare Siciliacque Spa ad essere temporaneamente gestore unico, per i prossimi tre anni, creando ulteriori difficoltà. Occorrono invece soluzioni attuabili ed immediate».

«Nell’interesse dei cittadini, i Comuni intendono portare avanti ogni azione possibile poiché non è più accettabile il limbo in cui continua a trovarsi la gestione del sistema idrico integrato -conclude il sindaco Nicolò Rizzo-. Problemi che abbiamo rappresentato alla Prefetta, che ringraziamo per la disponibilità al problema ed a intercedere sensibilizzando il dipartimento regionale per una soluzione urgente alla vacatio normativa».

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie