Trapani Oggi

Finisce in carcere Michele Alcamo di Paceco, deve scontare 11 mesi - Trapani Oggi

Paceco | Cronaca

Finisce in carcere Michele Alcamo di Paceco, deve scontare 11 mesi

04 Agosto 2023 11:07, di
visite 7334

E' stato arrestato dai carabinieri 

I carabinieri  hanno arrestato, in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali di Palermo, Michele Alcamo di 50 anni,  condannato a 3 anni, per voto di scambio politico-mafioso, nell'ambito del processo scaturito dall'operazione Scrigno.  Deve ancora scontare, in carcere undici mesi.

Con l’indagine “Scrigno”, i Carabinieri avevano inflitto un duro colpo al mandamento mafioso di Trapani con l’esecuzione di misure cautelari nei confronti di 25 persone, molte delle quali gravate da sentenze già passate in giudicato per mafia.
Gli indagati erano accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, scambio elettorale politico mafioso, trasferimento fraudolento di valori, estorsione, danneggiamento e altro.

In particolare, gli investigatori dell’Arma di Trapani avevano fatto luce sui rapporti tra mafia e politica in provincia, documentando la mobilitazione mafiosa per le elezioni regionali dell’autunno del 2017, finalizzata al procacciamento di voti in favore dei candidati sponsorizzati, attraverso l’attivazione della rete di contatti del circuito mafioso e l’acquisto di voti a seguito di accordi illeciti.
Erano proprio i rappresentanti locali della politica che si offrivano ai mafiosi, proponendosi come loro punti di riferimento, arrivando, in alcuni casi, addirittura ad affidare loro la gestione, seppur parziale, della propria campagna elettorale.

Michele Alcamo, figlio di un esponente di vertice della famiglia mafiosa, è stato ristretto presso la Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie