Trapani Oggi

Timoniere Aliseo: "Ci hanno sparato almeno cento colpi" - Trapani Oggi

Mazara del Vallo | Cronaca

Timoniere Aliseo: "Ci hanno sparato almeno cento colpi"

08 Maggio 2021 12:07, di Laura Spanò
visite 1446

Si è trattato di un tentativo di sequestro

“Ci hanno sparato almeno 100 colpi addosso e ci hanno detto che se avessero avuto un cannoncino lo avrebbero utilizzato. Hanno mirato alla cabina”. A parlare è Girolamo Giacalone, timoniere dell’Aliseo, descrivendo ai giornalisti arrivati stamani a Mazara, l’agguato subito giovedì scorso da una motovedetta libica. “Sono saliti a bordo in tre e sono rimasti per almeno due ore, hanno prelevato il comandante e quando lo hanno rilasciato gli hanno chiesto scusa”, continua il marittimo riferendosi al comandante Giuseppe Giacalone, ferito durante l’aggressione. “La marina italiana – continua il timoniere dell’Aliseo – ci ha scortato con una nave e con un elicottero, ma non hanno sparato un colpo”. Giacalone è ancora più chiaro quando qualcuno gli chiede se gli spari erano solo come avvertimento o il prologo di un sequestro. "Prima hanno sparato per avvertirci, ma poi hanno sparato in successione. Alla fine ci hanno pure detto che dovevamo ringranziare se con loro a bordo non avevano portato il cannoncino in dotazione alle motovedette". La motovedetta era una di quelle che il Governo italiano ha dato alla Libia, per fronteggiare le traversate del canale di Sicilia da parte dei migranti. Insomma un vero e proprio attacco che doveva concludersi con un sequestro quello messo in atto nei confronti del peschereccio di Mazara. Tentativo sventato solo dalla presenza della nostra Marina Militare accorso immediatamente sulla zona. Poi facendosi largo nella calca dei giornalisti finalmente Girolamo Giacalone ha ricevuto l'abbraccio di moglie e figlie.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie