Trapani Oggi

Blitz della finanza: mini crociere nelle Egadi contestate violazioni - Trapani Oggi

Egadi | Cronaca

Blitz della finanza: mini crociere nelle Egadi contestate violazioni

11 Ottobre 2023 13:06, di Laura Spanò
visite 1756

Undici le imbarcazioni sanzionate

Scoperte dalla guardia di finanza del comando provinciale di Trapani all’interno delle mini crociere organizzate nelle Egadi, diverse violazioni, in particolare riguardano illeciti nella somministrazione di cibi e bevande con armatori senza autorizzazione. Da quanto è stato accertato veniva effettuato un vero e proprio servizio di ristorazione, con somministrazione di bevande alcoliche e pasti caldi cucinati a bordo. Scoperti anche lavoratori in nero. Undici le imbarcazioni sanzionate.

L'attività è stata effettuata dai finanzieri della sezione operativa navale di Trapani che hanno dato corso ad un’attività info investigativa attraverso la quale hanno appurato che, a bordo delle imbarcazioni adoperate per le escursioni giornaliere alle Isole Egadi, si somministravano illecitamente alimenti e bevande. Le preparazione di pasti deve essere rigorosamente seguita da precise modalità, altrimenti il cibo potrebbe essere nocivo. Le fiamme gialle hanno così avviato un’attività di controllo su diverse imbarcazioni utilizzate da società di armamento operanti nel settore delle escursioni alle Egadi, aventi come base il porto di Trapani.

Le unità da diporto al rientro dalle loro mini crociere, hanno così trovato ad attenderle in banchina i finanzieri. Dopo aver raccolto le testimonianze, in alcuni casi delle vere e proprie denunce da parte dei turisti appena scesi dalle imbarcazioni, sono state verificate la regolarità delle autorizzazioni possedute dagli armatori. La trasversalità dei controlli ispettivi consentiva di appurare varie violazioni in tutti i settori.Rilevata nel corso dell'attività ispettiva anche la presenza di 3 lavoratori completamente in nero. Per questo agli armatori è stata applicata la cosiddetta maxi sanzione. L’esito complessivo delle violazioni contestate ha superato i 30 mila euro, ma l’aspetto di maggior rilievo consiste nel fatto che tutti gli operatori controllati hanno avviato le pratiche per regolarizzare la loro posizione alla disciplina sanitaria, nonché per l’assunzione dei lavoratori irregolari.

In 7 imbarcazioni è stata accertata la somministrazione di vini e bevande alcoliche varie senza aver effettuato la prescritta denuncia all'agenzia delle dogane e monopoli.  Quindi in violazione della normativa fiscale sulle accise. Per 4 di loro accertata anche la somministrazione di alimenti e bevande in assenza delle prescritte comunicazioni all’autorità sanitaria marittima. Altre 3 imbarcazioni non avevano rispettato la normativa sanitaria Haccp relativa alla corretta formazione del personale in merito alla manipolazione di alimenti. Mentre in un caso un’imbarcazione, adibita ad uso diving, era impiegata per finalità di noleggio in maniera difforme rispetto a quanto prescritto dalla licenza di navigazione.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie